Prossimi eventi

Recycling Woolf

La Italian Virginia Woolf Society è lieta di presentare il convegno internazionale 'Recycling Woolf', che si terrà dal 27 al 29 Giugno 2019 presso l'Université de Lorraine (Nancy, Francia)

Il Convegno è organizzato da IDEA, con la collaborazione di Institut des Textes et de Manuscrits ModernesItalian Virginia Woolf Society e Société d’Etudes Woolfiennes

Le proposte (abstracts di massimo 300 parole) per interventi di 20 minuti dovranno essere inviate entro il 30 novembre 2018 à Monica Latham, Caroline Marie e Anne-Laure Rigeade al seguente indirizzo: [email protected] 
Saranno benvenute anche proposte di panel. 

Potete leggere e scaricare il Call for Papers a questo link: Recycling Woolf

 

 

Il faro in una stanza - II edizione 

Monza - 24, 25 e 26 novembre 2017

Da venerdì 24 a domenica 26 novembre si terrà a Monza la seconda edizione di Il Faro in una stanza, il festival letterario dedicato a Virginia Woolf. Tre giornate di cinema, lettura e riflessioni interamente dedicate a Virginia Woolf.

Quest'anno il festival è realizzato in collaborazione con la Italian Virginia Woolf Society, e tra le relatrici e le organizzatrici ci sono le nostre socie fondatrici.

Potete leggere il programma completo del Festival a questo link: Il Faro in una stanza.

Ingresso scontato per i nostri soci, su esibizione della tessera.

 

Virginia Woolf al Circolo dei Lettori

Gli eventi autunnali della Italian Virginia Woolf Society inizieranno da Torino, con un ciclo di incontri al Circolo dei lettori.

Il primo incontro introduttivo sarà il 5 ottobre alle ore 18,00 con la socia fondatrice Elisa Bolchi e il nostro socio Massimo Scotti, presentati da Francesca Bolino
Seguirà una lettura di 'Mrs Dalloway' il 26 ottobre con Elisa Bolchi, il 2 novembre una lettura della 'Crociera' a cura di Sara Sullam e per finire il 14 novembre Liliana Rampello parlerà dei saggi. 

Ingresso libero.

Scarica la locandina

L'altro sguardo. Leggere Virginia Woolf

Sabato 21 ottobre alle 17 nell'Auditorium Enzo Biagi della storica Biblioteca Salaborsa di Bologna, si terrà un incontro per presentare la Italian Virginia Woolf Society. 

Lo sguardo di Virginia Woolf sul mondo fu sempre diagonale, molteplice, altro; per questo motivo resta ancora oggi potente e attuale per raccontare la mente umana e la società. 

Ne parleranno le socie fondatrici Nadia Fusini, Liliana Rampello ed Elisa Bolchi.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Guarda l'evento sul sito della Salaborsa

 

Virginia Woolf and History

Société d’Etudes Woolfiennes

Tavola rotonda & Workshop 

04 juillet 2017        
La Maison de la Recherche (Sorbonne Nouvelle-Paris 3)
4 rue des Irlandais, Paris 75005.

Interverranno: Catherine Bernard, Anne Besnault-Lévita, Marie Laniel, Catherine Lanone, Anne-Marie Smith-Di Biasio, Angeliki Spiropoulou, Christine Reynier.

Potete consultare il programma della giornata a questo link.

Virginia Woolf: il senso della comunità

L'evento inaugurale della Italian Virginia Woolf Society si terrà martedì 13 giugno alle ore 18,00 presso il giardino della Casa Internazionale delle Donne. Interverranno le socie fondatrici Nadia Fusini, Liliana Rampello, Elisa Bolchi e Iolanda Plescia 

Ingresso libero.

Sarà anche l'occasione per la prima Assemblea dei soci, convocata per le ore 16,30.

Scarica la locandina

A.04.Italian Virginia Woolf Society Virginia Woolf e il senso dellla comunita Locandina

Annual International Virginia Woolf Conference 2017: Virginia Woolf and the World of Books

University of Reading
Berkshire, UK
29 Giugno – 2 Luglio 2017

Il 27esimo Convegno Internazionale Annuale su Virginia Woolf sarà dedicato al centenario della fondazione della Hogarth Press. Scopo del convegno è celebrare la casa editrice di Leonard e Virginia Woolf come intervento chiave del modernismo e della scrittura femminile e sottolineare la sua importanza per i'editoria e le librerie indipendenti. 

Leggi di più


Recycling Woolf - Convegno internazionale

RECYCLING WOOLF

La Italian Virginia Woolf Society è lieta di presentare il convegno internazionale 'Recycling Woolf', che si terrà dal 27 al 29 Giugno 2019 presso l'Université de Lorraine (Nancy, Francia)

Il Convegno è organizzato da IDEA, con la collaborazione di Institut des Textes et de Manuscrits Modernes, Italian Virginia Woolf Society e Société d’Etudes Woolfiennes

Keynote Speaker confermati:

Prof. Brenda Silver (Dartmouth College, USA)

Jean-Pierre Criqui (Centre Pompidou, France)

Invited artists: Kabe Wilson Anne-James Chaton

Le proposte (abstracts di massimo 300 parole) per interventi di 20 minuti dovranno essere inviate entro il 30 novembre 2018 à Monica Latham, Caroline Marie e Anne-Laure Rigeade al seguente indirizzo: [email protected]
Saranno benvenute anche proposte di panel. 

Potete leggere il Call for paper su questa pagina o scaricarlo in formato pdf cliccando qui.

CALL FOR PAPERS

Has Virginia Woolf become, just like Shakespeare, one of those literary icons that pervade popular culture, alongside Marilyn Monroe or Lady Di? Recent scholarly essays such as Brenda Silver’s Virginia Woolf Icon or fictional productions such as Anne-James Chaton’s surprising novel Elle regarde passer les gens (adapted for the stage under the title Icônes) seem to suggest so.

Woolf’s transformation into an icon, object, and by-product leads us to acknowledge the shift in her status as a writer: she no longer embodies just a national writer, but transcends geographical borders and has become a figure from a little-known past that people imagine and reimagine without necessarily reading her works. In this process of iconisation, the authorial figure is recycled and begins new lives in new referential spaces, as it is appropriated by popular culture, marketed and commercialised. The contemporary biofictions that use the figure of Virginia Woolf and turn her into a character are a perfect example of this practice. Participants could start by discussing the notion of recycling an authorial figure, by defining and analysing its features, and establishing whether it is a culturally grounded notion, that is to say whether it varies according to the cultural environments in which it takes place. Participants could further point out the specificity of recycling the figure of Virginia Woolf, compared to other literary figures who have undergone the same process of iconisation, or, on the contrary, who have not been assimilated by popular culture.

The process of recycling an authorial figure not only alters his or her cultural status but inevitably impacts his or her oeuvre and the way we read it. On the one hand, it raises questions about how these transformations modify the reception of an author’s work. In what ways does such a revision of the status of the author imply a fresh rereading of his or her œuvre? On the other hand, it questions the manner in which an author’s oeuvre is appropriated. Does the notion of recycling apply to an author’s work just as it applies to authors themselves as cultural products? And if so, how is it different from rewriting, adaptation or transposition? Could we therefore apply the notion of recycling to Woolf’s oeuvre? And how does high culture react to the fact that Woolf is being recycled in today’s popular culture?

The notion of recycling is intrinsically linked to our contemporaneity, but also to Woolf’s practice in her own time of dealing with various discarded literary scraps. As a journalist and an essay writer, Woolf was interested in the “waste” of literature, in “minor” writers left out from the literary canon, or in “Bad Writers”, as the title of one of her essays attests. Could we thus envisage Woolf as a recycler?

Here are a few indicative potential approaches that could be considered:

- How can we theoretically define literary recycling? What gestures, logic, intertextual and hypertextual practices does the notion of recycling involve (as compared to rewriting, adaptation and transposition)?
Does recycling cover forms of reusing and misusing that are typically contemporary?

Is recycling only a cultural notion or could it also become a useful tool for critical theory?
Is there a particularity to the recycling of Woolf’s oeuvre compared to that of other modernists or other iconic literary figures?

- How is Woolf’s oeuvre recycled on the stage and on the screen today?
How is Woolf’s authorial figure resurrected, renewed, re-imagined, used or represented in biographies, biofictions and biopics?
What are the cultural and literary stakes of recycling the figure of the author?
How is the author’s oeuvre also transformed in the process of authorial recycling?

- Could recycling (of Woolf’s authorial figure and her oeuvre) result in creating cultural and media by-products?
Does the process of transforming Woolf into a cultural icon involve perpetuating stereotypes or recycling her myth over and over in the contemporary imagination? From this perspective, is recycling a matter of popular culture or “cultural vulgarity”?

In a globalised cultural context, is the Woolfian oeuvre and her authorial figure doomed to be recycled?

- What characterises and motivates Woolf’s gesture of recycling literary “waste” and authors rejected from the literary canon?
How can this gesture allow critics to define, specify or displace the notion of literary recycling?

Participants are invited to address the contemporary

transformations of Woolf’s oeuvre within their specific epistemological contexts.

- Finally, the participants could approach the notion of recycling Woolf’s oeuvre from a genetic and

editorial perspective and question the production and reproduction of her work. Do her preparatory notes and drafts also pertain to the logic of recycling? How does Woolf recycle her own avant-texte? Why, when, and how do publishing houses, with their specific editorial policies and marketing strategies, decide to recycle outdated editions and reissue new editions of Woolf’s work? Are these initiatives guided by commercial impulses or sound scholarly initiatives, and do they reflect the readers’ needs?

Participants are free to generate and answer their own set of questions related to the notion of recycling and Woolf’s work.

Proposals for panels are also welcome.

Deadline: November 30th 2018.

Comitato scientifico:

Frédérique Amselle (Université de Valenciennes, France) Catherine Bernard (Université Paris 7, France)
Anne Besnault (Université de Rouen, France)
Elisa Bolchi (
Università Cattolica del Sacro Cuore, Italy) Nathalie Collé (Université de Lorraine, France)
Daniel Ferrer (ITEM/ENS Paris, France)
Christine Froula (Northwestern University, USA) Monica Latham (Université de Lorraine, France) Bethany Layne (De Monfort University, UK) Caroline Marie (Université Paris 8, France) Anne-Laure Rigeade (Sciences Po Reims, France) Brenda Silver (Dartmouth College, USA)
Anna Snaith (King’s College London, UK)
Sara Sullam (Università degli Studi di Milano, Italy)

Comitato organizzatore:

Monica Latham (Université de Lorraine, France)
Caroline Marie (Université Paris 8, France)
Anne-Laure Rigeade (Sciences Po Reims, France)

Leggi di più


Il Faro in una stanza

Il faro in una stanza - II edizione 

Monza - 24, 25 e 26 novembre 2017

Da venerdì 24 a domenica 26 novembre si terrà a Monza la seconda edizione di Il Faro in una stanza, il festival letterario dedicato a Virginia Woolf.

Quest'anno realizzato in collaborazione con la Italian Virginia Woolf Society.

Scarica la locandina

 

Per la proiezione del film di venerdì 24 è necessario prenotare. Per farlo scrivi un'email cliccando qui.

 

Venerdì 24 novembre

LIBRERIA VIRGINIA E CO.

Ore 17.00        Apertura del festival

Un tè per inaugurare la nuova sede della libreria Virginia e Co. in via Bergamo, angolo via Durini.

Ore 18.30       Sara Sullam introduce Orlando; letture di Ida Spalla.

 

CINEMA METROPOL

Ore 20.30        Proiezione del film Orlando* di Sally Potter; lingua originale sottotitolato in italiano.

*Evento creato tramite Movieday.it, la prima piattaforma che permette a chiunque di organizzare proiezioni al cinema

 

Sabato 25 novembre

SALA CONFERENZE DEI MUSEI CIVICI DI MONZA

 Ore 10.30        Virginia Woolf e i suoi contemporanei – in occasione dell’uscita dell’edizione aggiornata del libro, la curatrice Liliana Rampello conversa con Caroline Patey

Ore 11.30        Pausa caffè

Ore 12.00        Virginia Woolf per il mondo, Francesca Cosi e Alessandra Repossi conversano con Elisa Bolchi

 

                        La lettura dei traduttori.

Ore 15.00       Nadia Fusini racconta Le onde

Ore 16.00       Pausa caffè

Ore 16,30       Anna Nadotti racconta Gita al faro

Ore 17,30       Antonio Bibbò racconta Gli anni

Coordina il pomeriggio Liliana Rampello

 

Domenica 26 novembre

SALA CONFERENZE DEI MUSEI CIVICI DI MONZA

Ore 10.30        Virginia e le altre, Sara Sullam conversa con Massimo Scotti sulle scrittrici che hanno rappresentato il ‘canone’ di Woolf.

Ore 11.15        Pausa caffè

Ore 11.30        Le altre e Virginia, Elisa Bolchi conversa con Massimo Scotti sulle scrittrici che hanno raccolto l’eredità di Woolf.

Ore 12.15        Chiusura del festival a cura di Raffaella Musicò

 

Ingressi:

Gli ingressi singoli (a esclusione dell’evento di venerdì 24) hanno un costo di €6, la tessera per le intere giornate di sabato e domenica costa €15.

La tessera studenti - su esibizione di documento o tesserino - ha un costo di €10.

I soci della Italian Virginia Woolf Society avranno diritto a ingresso scontato (5€ ingresso singolo, 10€ tessera), solo su esibizione della tessera associativa.

 

Il biglietto del cinema per la proiezione di venerdì 24 ha un costo di 7€.

 

La seconda edizione del Faro in una stanza è stata realizzata grazie al generoso e amichevole contributo di Chiara De Vizzi Fumagalli.

 

Leggi di più


Woolf al Circolo dei lettori

Virginia Woolf al Circolo dei Lettori

Gli eventi autunnali della Italian Virginia Woolf Society inizieranno da Torino, con un ciclo di incontri al Circolo dei lettori.

Il primo incontro introduttivo sarà il 5 ottobre alle ore 18,00 con la socia fondatrice Elisa Bolchi e il nostro socio Massimo Scotti, presentati da Francesca Bolino
Seguirà una lettura di 'Mrs Dalloway' il 26 ottobre con Elisa Bolchi, il 2 novembre una lettura della 'Crociera' a cura di Sara Sullam e per finire il 14 novembre Liliana Rampello parlerà dei saggi. 

Ingresso libero.

Scarica la locandina

virginia woolf CircoloLettori2

Leggi di più


Woolf alla Salaborsa

L'altro sguardo. Leggere Virginia Woolf

Sabato 21 ottobre alle 17 nell'Auditorium Enzo Biagi della storica Biblioteca Salaborsa di Bologna, si terrà un incontro per presentare la Italian Virginia Woolf Society. 

Lo sguardo di Virginia Woolf sul mondo fu sempre diagonale, molteplice, altro; per questo motivo resta ancora oggi potente e attuale per raccontare la mente umana e la società. 

Ne parleranno le socie fondatrici Nadia Fusini, Liliana Rampello ed Elisa Bolchi.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Guarda l'evento sul sito della Salaborsa

 

Leggi di più


Woolf e la comunità

Virginia Woolf: il senso della comunità

L'evento inaugurale della Italian Virginia Woolf Society si terrà

Martedì 13 giugno alle ore 18,00 

nel giardino della Casa Internazionale delle Donnevia della Lungara 19 - Roma.

Interverranno le socie fondatrici: Nadia Fusini, Liliana Rampello, Elisa Bolchi and Iolanda Plescia 

Ingresso libero

Scarica la locandina

A.04.Italian Virginia Woolf Society Virginia Woolf e il senso dellla comunita Locandina

Leggi di più